I libri in testa
|   home   |   archivio   |   noi   |   rassegna   |


Giovedý 13 novembre 2014, ore 19.15
Roma, Libreria Altroquando
Faccia a faccia con
RITRATTO DELL'ARTISTA
DA GIOVANE (DEDALUS)

di James Joyce



╚ uno dei libri chiave della letteratura moderna.
C'Ŕ James Joyce al 100%, le sue scelte di vita e letterarie, la sua Irlanda, la forte impronta familiare con tutta la drammaticitÓ e l'ironia, il fanatismo religioso e quella sensazione speciale di sentirsi a un tempo la periferia del mondo e il suo ombelico.
Ma la cosa bella che me l'ha fatto amare subito e che non ho mai finito di ritrovare ogni volta che tornavo tra le sue pagine Ŕ la soave e candida semplicitÓ con la quale Joyce mescola le vicende romanzesche del giovane artista in crescita con la maturazione e quindi successiva formulazione della scelta fondamentale per arrivare alla creazione letteraria.
Attraversare tutte le passioni, immergersi nel profondo della sofferenza umana, sperimentare ogni risvolto della psiche compresi quelli pi¨ apocalittici infernali e destabilizzanti per poi prendere il largo e scegliere l'esilio.
Solo allontanandosi definitivamente e catastroficamente da tutto ci˛ che si Ŕ sperimentato si pu˛ aspirare a ricrearlo e restituirlo al sentimento umano nell'eterna lotta tra desiderio e dolore.
Vi aspetto per parlarne insieme.

Elvio Cipollone




L'incipit


A Portrait of the Artist as a Young Man

Once upon a time and a very good time it was there was a moocow coming down along the road and this moocow that was coming down along the road met a nicens little boy named baby tuckoo ...
His father told him that story: his father looked at him through a glass: he had a hairy face.
He was baby tuckoo. The moocow came down the road where Betty Byrne lived: she sold lemon platt.

    O, the wild rose blossoms
    On the little green place.
He sang that song. That was his song.


Dedalus: ritratto dell'artista da giovane

Nel tempo dei tempi, ed erano bei tempi davvero, c'era una muuucca che veniva gi¨ per la strada e questa muuucca che veniva gi¨ per la strada incontr˛ un ragazzino carino detto grembialino ...
Il babbo gli raccontava questa storia: il babbo lo guardava attraverso un vetro: aveva una faccia pelosa.
Grembialino era lui. La muuucca veniva per la strada dove abitava Betty Byrne, che vendeva filato di limone.

    Oh, le belle rose di selva
    lÓ nel verde giardinetto.
Cantava questa canzone. Era la sua canzone.
(Traduzione di Cesare Pavese)



|   home   |   archivio   |   noi   |   rassegna   |